“Un blitz notturno che ha il sapore del tradimento”. Pino Masciari, fondatore di Noi -Nuovi orizzonti per l’Italia, commenta così la decisione del Governo di presentare nottetempo un emendamento che impone una deadline per valutare se i criteri, in base ai quali ad alcuni comuni è stata affidata la gestione autonoma del servizio idrico, siano ancora validi.
“Questo emendamento -continua Masciari- apre le porte alla privatizzazione dell’acqua pubblica, una battaglia che, negli scorsi anni, portò a un referendum in cui i cittadini si espressero con chiarezza. Parlo perciò di tradimento che diventa doppio se si pensa che oggi l’Esecutivo Draghi è appoggiato dai voti del Movimento Cinque Stelle che quel referendum lo promossero insieme al cosiddetto popolo Viola”.
“Non credo sia né giusto né rispettoso -conclude Masciari- un revisionismo di questa tematica che riguarda il bene più prezioso, l’acqua appunto. Noi -Nuovi orizzonti per l’Italia vigilerà sul rispetto del voto popolare e a difesa del bene comune per eccellenza”.