Il 7 dicembre sara’ una data da ricordare non solo per  Patrick Zaki

“22 Mesi di buio, oggi 7 dicembre sara’ una data da ricordare non solo per Patrick Zaki, ma per tutte le persone che vivono una sofferenza ingiustificata!!!
Che questo segno sia un sollievo per tutti”

Parole liberatorie quelle di Pino Masciari che commenta il caso Zaki, oggi liberato dopo una detenzione di 22 mesi ove l’avvocato dello stesso afferma che :

“è stato bendato e torturato per 17 ore consecutive con colpi allo stomaco, alla schiena e con scariche elettriche inflitte dalle forze di sicurezza egiziane,oltre a essere stato interrogato a riguardo della sua permanenza in Italia, del suo presunto legame con la famiglia di Giulio Regeni, del suo impegno politico, venendo inoltre minacciato di stupro”.

N. O. I. Siamo con i #diritti e le #libertà e saremo sempre con tutti i Patrik!

Una detenzione lunga ed una giustizia che riporta la liberta’ ma non l’assoluzione per Zaki, (attivista politico attento ai problemi sociali che dopo essere stato a Bologna per ragioni di studio e’ stato arrestato al rientro in Egitto nel tentativo di andare a trovare i propri famigliari) .