Pino Masciari: Femminicidi in Italia, quando si prenderanno dei provvedimenti seri e strutturali?

Domenica scorsa una ragazza di 27 anni uccisa in provincia di Verona, il 7 settembre una donna a Sassari ferita gravemente da un colpo di pistola esploso dal compagno, il giorno prima a Bronte una donna di 46 anni uccisa dal marito a coltellate.

E’ la tristissima cronaca dei femminicidi di questi ultimi giorni, una situazione inaccettabile! Da inizio anno sono 43 le donne uccise da chi diceva di amarle…

Servono più controlli sulle denunce fatte da chi subisce violenza, servono più fondi e meno burocrazia per i Centri Antiviolenza e le Associazioni che sempre più sono in prima linea nei casi di violenza a danno delle donne.
Un Rapporto di ActionAid del 2020 rivelava che solo il 10% dei fondi 2019 è arrivato ai Centri antiviolenza. Scandaloso!
E’ necessario anche prevedere supporto immediato di assistenza e tutela giuridica per la vittima che denuncia e inasprimento delle pene per chi commette il reato.

Secondo l’Istat, in Italia 6 milioni e 788mila donne hanno subito qualche forma di violenza nella loro vita. Nel mondo si parla si parla di 1 donna su 3!