\"\"

La politica litiga e lo fa su chi è stato più forte alle ultime elezioni, su come spratirsi le poltrone, salva le banche sukk\’orlo del baratro e non si rende conto di quanto disperata sia la situazione nel notro paese dove disoccupazione e corruzione vanno avanti nello stesso tempo. I cittadini sono stanchi, sono disperati e compiono gesti disperati, come la donna di 46 anni di Torino che esasperata per il perdurare del suo stato di disoccupazione, si è data fuoco.

Torino, disoccupata 46enne si dà fuoco davanti alla sede Inps

Licenziata a gennaio, non aveva ancora ricevuto la disoccupazione. Eʼ in condizioni molto gravi

Una disoccupata di 46 anni si è data fuoco, procurandosi ustioni sul 70% del corpo. Il gesto a Torino, per cause che sono in corso di accertamento da parte della polizia intervenuta sul posto, davanti a una sede dell\’Inps. Trasportata al San Giovanni Bosco, è stata intubata per essere trasferita al centro grandi ustionati del Cto. La donna era disperata perché da anni non trovava un lavoro.

La donna aveva perso il lavoro a gennaio e non era ancora riuscita ad ottenere l\’assegno di disoccupazione: \”Sono esasperata, non ce la faccio più\”, ha urlato prima di cospargersi di liquido infiammabile e darsi fuoco con un accendino. E\’ stata subito soccorsa ma le sue condizioni sono comunque gravi, ha ustioni sul 70% del corpo, su torace, gambe e braccia.

Testimoni: è stato terribile – \”Si è data fuoco qui, in mezzo alle persone che aspettavano il loro turno agli sportelli. Aveva il volto avvolto dalle fiamme, è stato terribile\”. I dipendenti della sede Inps di corso Giulio Cesare, a Torino, descrivono così i momenti di terrore vissuti poco dopo mezzogiorno quando la donna si è data fuoco procurandosi ustioni sul 70% del corpo. A soccorrerla sono stati gli stessi dipendenti dell\’Inps, con alcuni estintori. Per darsi fuoco la donna avrebbe utilizzato una bottiglietta di liquido infiammabile che aveva con sè.

tgcom24.mediaset.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *